Home » Google elimina le app di stalkerware dopo che i ricercatori rilevano dei tracker nel Play Store

Google elimina le app di stalkerware dopo che i ricercatori rilevano dei tracker nel Play Store

Estratto da CNET.COM

Si potrebbe pensare che sia difficile trovare un’app che può segretamente registrare tutte le mosse di una persona. E invece, i ricercatori ne hanno trovate alcune nel pubblicissimo Google Play Store.

L’azienda di antivirus Avast ha dichiarato mercoledì di aver rinvenuto sette app di stalkerware disponibili nel mercato Android. In tutto, queste sono state installate oltre 130.000 volte. Google ha rimosso quattro delle app dopo la segnalazione delle violazioni della privacy da parte di Avast martedì, e ha eliminato le ultime tre mercoledì. 

Google ha dichiarato che le sue politiche proibiscono app commerciali di spyware e incoraggia il pubblico a segnalare qualsiasi app che violi questi standard.

Le app di stalkerware spesso si presentano come un software studiato per la sicurezza dei bambini o per il ritrovamento di telefoni rubati, ma sono in realtà per lo più usate da perpetratori per monitorare le proprie vittime in un contesto di abuso e stalking. Sono in grado di tracciare e inviare i dati relativi alla posizione, ma anche di fornire contatti, registro delle chiamate e messaggi di testo.

Su “Spy Tracker”, un’app che si presenta come uno strumento per tenere al sicuro i bambini, la maggior parte delle recensioni si incentra sulla sorveglianza dei partner. Gli aggressori hanno bisogno di accesso fisico ai dispositivi delle vittime per installare queste app, ma possono tenerle relativamente nascoste mentre ne registrano segretamente ogni mossa. 

Once installed on a device, the attacker can get real-time location data and call logs without the victim ever knowing. - Avast

Una volta installate sul dispositivo, gli aggressori potranno vedere in tempo reale i dati di posizione e i registri delle chimate, senza che la vittima ne sia a conoscenza. – Avast

“Queste app estremamente immorali e dannose per la privacy delle persone. Per questo non dovrebbero trovarsi sul Google Play Store, promuovono un comportamento criminale e possono venire abusate da datori di lavoro, stalker o partner molesti per spiare le proprie vittime,” ha dichiarato Nikolaos Chrysaidos, capo del reparto minacce di intelligence e sicurezza mobile di Avast. “Alcune di queste app sono spesso semplici controlli genitoriali, ma la loro descrizione traccia una realtà diversa, dicendo agli utenti che l’app permette l’oro di “tenere d’occhio eventuali tradimenti.”

Difficile dire se sul vostro telefono è stato installato uno stalkerware, come hanno scoperto i ricercatori nel 2018, molti programmi antivirus non riescono infatti a rilevare questo tipo di app. 

Tutte e sette le app scoperte da Chrysaidos invitano l’utente a installare un altro software, per poi annullare il download iniziale. Questo permette alle app di spiare le vittime senza la presenza di un’icona, per rimanere completamente segrete.

In aprile, l’azienda di sicurezza informatica Kaspersky ha annunciato che avrebbe iniziato a porre un freno agli stalkerware, considerati sistemi di tracciamento dannosi, e a informare le persone di essere sorvegliate. 

Nel solo 2018, l’antivirus di Kaspersky ha scoperto degli stalkerware su 58.487 dispositivi. Altre aziende che si occupano di antivirus, come Symantec, Malwarebytes e Lookout, hanno ugualmente fatto notare che stavano incrementando gli sforzi per bloccare gli stalkerware. Avast ha dichiarato che anche il suo sistema di rilevamento individua queste app e ne informa gli utenti. 

Gli sviluppatori dietro le app di stalkerware si sono rifiutati di commentare.

Originariamente pubblicato il 17 luglio alle 10:46 PT

Leave a Reply

Your email address will not be published.